Sette rinvii a giudizio per gli appalti truccati nelle scuole della Provincia

Il rinvio a giudizio di sette persone chiesto dalla Procura di Avellino è stato deciso dal Gup Landolfi, a seguito delle indagini portate avanti dai militari delle Fiamme Gialle di Avellino, agli ordini del Comandante Antonio Mancazzo, nell’ambito dell’inchiesta denominata High School.
Il processo dovrebbe partire a ottobre. Nel mirino della Guardia di Finanza, nell’ottobre dello scorso anno, finirono alcune imprese che, avvalendosi dei falsi in atto pubblico di un funzionario di Palazzo Caracciolo in ordine allo stato dei lavori, fecero risultare come effettivamente fornite opere e cose in realtà mai realizzate e messe a disposizione in relazione a lavori di adeguamento, manutenzione (straordinaria e ordinaria) e costruzione di scuole della Provincia di Avellino. Gli Istituti scolastici finiti, loro malgrado, nel mirino dell’inchiesta furono l’Itis di Grottaminarda (dove sarebbero stati liquidati oltre 43mila euro per lavori mai eseguiti), il Liceo scientifico De Caprariis di Atripalda (circa 35mila euro), il Liceo artistico De Luca di Avellino (12mila euro) e l’Ipsar di Ariano Irpino (15mila euro).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*