Si potrebbe allargare inchiesta su Maria Virginia Cantone. Chi ha ostacolato il sequestro delle somme nella disponibilità della 53 enne avvocatessa?

Decisione sorprendente quella assunta dal Tribunale di Napoli, dodicesima sezione riesame.
Hanno finito per convincere le articolate argomentazione addotte nel ricorso proposto dagli avvocati Dario Vannetiello e Sergio Clemente, con l’effetto di annullare la ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei confronti dell’ avvocato Maria Virginia Cantone. Plurime e gravi le truffe contestate, con danni arrecati superiori ai trecentomila euro, condotte illecite effettuate alterando provvedimenti giudiziari, nonché falsamente spendendo il nome di uno dei più noti magistrati italiani, il dott. Raffaele Cantone, attuale presidente dell’Anac. Dagli atti processuali emergerebbe che Maria Virginia Cantone è indagata anche per il delitto di ricettazione nonchè risulta l’iscrizione a carico di ignoti per il delitto di favoreggiamento reale in quanto non avrebbero consentito il sequestro immediato di somme di denaro nella disponibilità di Maria Virginia Cantone. non si escludono clamorosi sviluppi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.