Si vota solo nella giornata di domenica 5 Giugno.

Una pessima decisione che avrà ripercussioni sull’affluenza alle urne e danneggerà i cittadini”. Così il Codacons, commentando il dietrofront del ministro dell’Interno, Angelino Alfano, sull’aggiunta del 6 giugno come data per votare alle prossime comunali. “Hanno vinto coloro che non vogliono gli italiani alle urne e che desiderano allontanare i cittadini dal voto”, afferma il presidente Carlo Rienzi, candidato a sindaco di Roma. “Prevedere il voto anche nella giornata di lunedì – aggiunge – avrebbe fatto incrementare fino al +20% il numero dei cittadini alle urne, considerata la presenza del ponte del 2 giugno che impedirà materialmente a molti elettori di poter esprimere la propria preferenza”. “Ma l’ultima parola – ricorda – spetta ora al Consiglio di Stato, cui il Codacons ha presentato sabato scorso ricorso d’appello per far votare i cittadini anche nella giornata di lunedì 6 o spostare le elezioni al 12 giugno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*