Sibilia (M5S): non sarò candidato sindaco di Avellino.

La città di Avellino non si preoccupa della disabilità, ma anzi ignora la quantità e la natura delle difficoltà che i più deboli sono costretti ad affrontare”, così Carlo Sibilia nella conferenza stampa tenuta stamane su disagio sociale e disabilità. Il pacchetto di proposte per Avellino, elaborato dal Movimento Cinque Stelle dopo la campagna di ascolto di sabato 30 luglio, è stato presentato dal deputato cinquestelle presso l’ex sede Auser ubicata in via Tagliamento, ex Eca. Un luogo simbolo, visto che in quella sede ci sono associazioni che sono state incontrate da Sibilia e che vivono oggettivi problemi di spazi. Proprio quello degli spazi è stato uno dei temi toccati dal componente del direttorio del Movimento Cinque Stelle. “Siamo di fronte a situazioni ormai al limite che non si possono più sopportare o tollerare in una città che vuole definirsi civile, ci sono anche due foto di una stanza che, fino a qualche mese fa, era la sede dell’Auser. Quest’ultima ha deciso di trasferirsi dall’Ex Eca di via Tagliamento alcuni mesi fa. Come denunciato dal deputato del Movimento Cinque Stelle, quella stanza adesso è inspiegabilmente lasciata inutilizzata e non viene aperta nemmeno quando se ne fa richiesta al Comune e quando si paga per il suo utilizzo, così come aveva fatto stamane il Movimento. La cosa più grave è che di quella sede ne avrebbe bisogno il Chirs che è ubicato proprio nella stanza affianco. Il Chirs necessita di spazi e, cosa più assurda, non ha un bagno. Quindi, l’appello lanciato al Comune è: “Aprite quella porta”. Basta semplicemente riaprire una porta murata. Basta poco per porre fine ad una delle tante vergogne che si consumano in città sul fronte dei disabili e del servizi sociali.” “Mancano le informazioni – ha proseguito Sibilia – e non c’è nessuna conoscenza del disagio e della disabilità, perché manca un censimento da parte del Comune capoluogo. Noi pensiamo all’istituzione del trasporto gratuito per i disabili mentre la metro leggera è un totale smacco alla disabilità. Al momento si parla solo delle difficoltà del nostro sindaco e della maggioranza. Consiglieri che scrivono a Renzi? Uno schifo.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*