Sicurezza lavoro, raccogliere frutta senza rischi elettrici.

Confagricoltura Campania ed e-distribuzione (società del gruppo Enel che gestisce le reti elettriche) hanno deciso di “mettere a frutto” – è proprio il caso di dirlo – le rispettive competenze per dare vita ad un road show regionale interamente dedicato alle regole per operare in piena sicurezza. Nell’ambito della serie di incontri organizzati da Confagricoltura sul tema della proliferazione dei cinghiali e delle relative misure di sicurezza e le possibili opportunità per le Aziende agricole derivanti dal fenomeno, Associazione e Azienda hanno deciso di arricchire gli appuntamenti con un’ulteriore sessione dedicata alla sicurezza per chi opera la raccolta della frutta nei pressi delle linee in tensione, in particolare, in questo periodo dell’anno, delle ciliegie. La prima tappa degli incontri si è svolta a Reino (Benevento) e ha visto i responsabili territoriali di e-distribuzione e Confagricoltura incontrare gli associati per sensibilizzare rispetto al rischio elettrico e all’adozione di comportamenti sicuri. Nelle settimane precedenti il primo incontro azienda energetica ed associazione hanno lavorato congiuntamente e dato vita ad un sintetico vademecum con i consigli per effettuare in sicurezza le attività che riguardano gli alberi ad alto fusto. Nonostante le rigorose norme tecniche e di legge vigenti che prescrivono distanze minime inderogabili rispetto agli impianti elettrici, si sono verificati incidenti in prossimità delle linee elettriche di distribuzione per contatto con le attrezzature di lavoro, in particolare scale portatili, trabattelli, auto cestelli, autogru. Confagricoltura ed e-distribuzione ricordano quindi tre semplici ma fondamentali accorgimenti per operare in sicurezza: mai avvicinarsi alle linee elettriche oltre le distanze ammesse dalla normativa; se è necessario operare in prossimità delle linee oltre tali distanze occorre prendere contatti con e-distribuzione per definire le modalità che consentano l’esecuzione dei lavori in sicurezza, come ad esempio la temporanea disattivazione programmata del tratto di cavi elettrici interessato dalle attività; mai toccare o manomettere cavi elettrici, anche se isolati, sia con le mani che con attrezzi. Il roadshow proseguirà nelle prossime settimane a Lacedonia (Av) e Ceraso (Sa).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*