Sicurezza partecipata e integrazione tra sistemi di videocontrollo del territorio.

La diminuzione del numero di reati associata ad una migliore convivenza civile è la formula vincente per raggiungere un ottimo risultato in termini di vivibilità. L’esempio parte da San Martino Valle Caudina e tutto nasce dalla intuizione e dalla caparbietà dell’Amministrazione Comunale e dall’impegno assiduo e quotidiano del Comandante della Polizia Locale, il capitano Serafino Mauriello. Un piccolo progetto di videosorveglianza comunale ha dato il via ad una partecipazione da parte di numerosi privati alla sua implementazione. Sarà la percezione di sicurezza diffusa che danno le telecamere, sarà il calo del numero di reati, saranno le diverse indagini chiusesi, grazie al nuovo impianto, con esito positivo, che di fatto hanno incentivato diverse aziende all’acquisto ed alla donazione al Comune di postazione di telecamere fisse in particolari zone del territorio. Non è il caso di riportare i nomi delle aziende che hanno acquistato e donato le telecamere al Comune, ad oggi se ne contano almeno otto ed altre tre sono pronte per l’acquisto, infatti a proprie spese hanno donato all’ente telecamere per l’implementazione dell’avanzato sistema di videosorveglianza intelligente che nel Comune di San Martino Valle Caudina viene gestito dalla Polizia Municipale. Diverse le telecamere a lettura targa, numerose quelle di contesto, con l’installazione delle ultime due e le somme messe a disposizioni dall’Amministrazione con la recente variazione di bilancio si può dire che il cerchio è chiuso, infatti a seguito dell’ultimazione dei lavori il territorio e monitorato su tutte le strade di accesso. La collaborazione è stata ed è tutt’ora attiva, chi non ha potuto finanziare le telecamere ha prestato assistenza con attrezzature per la loro installazione ed il loro  funzionamento. Il Sindaco, Pasquale Pisano, soddisfatto dell’iniziativa portata a compimento dalla Polizia Municipale, ringrazia le aziende che a vario titolo hanno contribuito al potenziamento ed al miglioramento dell’impianto di videosorveglianza comunale, evidenziando che questo è il punto di partenza per una vera sicurezza partecipata che di fatto garantisce ai cittadini ed alle aziende di poter vivere e produrre in tranquillità e nel rispetto delle regole. Le telecamere non sono la soluzione al problema della sicurezza, all’abbandono di rifiuti, ma di certo sono un ottimo deterrente ed un valido strumento per le Forze di Polizia. L’Amministrazione non farà mancare il proprio contributo sia in termini di bilancio che d’impegno del personale affinché San Martino Valle Caudina diventi un punto di riferimento dell’intera Valle Caudina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*