Il sindaco di Cervinara martedi incontrerà il governatore De Luca.

In ballo, oltre ai buoni per la ricostruzione delle abitazioni fuori sito di via San Marciano, ci sono progetti che superano i tre milioni di euro. Ma, al di là del quantificazione in denaro, si tratta di interventi importanti sia per l’urbanistica che per la mitigazione del rischio, in un territorio fragile come quello di Cervinara. Da qualche giorno, l’Arcadis, ossia l’agenzia regionale che si occupava di queste incombenze, è stata soppressa ed assimilata all’assessorato regionale ai lavori pubblici. Visto che i progetti sono operativi e dato che proprio ieri, come vi abbiamo dato notizia, l’autorità di bacino ha fornito l’autorizzazione definitiva per la ricostruzione fuori sito delle abitazioni, distrutte nella frana del 1999, il sindaco di Cervinara Filuccio Tangredi ha chiesto un incontro urgente con la regione per capire come bisogna muoversi, rispetto a queste novità. Richiesta accordata. Martedì 25 luglio,alle ore 16,00, il primo cittadino incontrerà il presidente della giunta regionale Vincenzo De Luca, a palazzo Santa Lucia. Dato l’interessamento diretto nel numero uno della regione, infatti, non è semplice parlare personalmente con lui, tutto fa ben sperare che ci possa essere una soluzione rapida di tutti i progetti sospesi. Ricordiamo che gli interventi riguardano la riqualificazione di piazza Ioffredo, rimasta spettrale, dopo gli eventi alluvionali, la mitigazione del rischio nel vallone San Gennaro, le varianti, già in atto, al Palacaudium, che è il centro di raccolta comunale in caso di calamità e la scuola dell’infanzia di via San Cosma, che proprio in questi giorni, è oggetto di trasloco. Insomma, l’incontro tra il sindaco Tangredi ed il presidente De Luca potrebbe chiarire ed accellerare tutti questi fattori che sono di grande importante per l’intero paese. .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*