Sorpreso a scaricare materiale di risulta lungo le sponde del Calore.

Nel corso dei controlli finalizzati al rispetto delle norme in materia ambientale, i Carabinieri della Stazione di Solopaca e quelli della Stazione Carabinieri Forestale di quel centro, nel pomeriggio di ieri hanno deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria I.A. 50enne del luogo, perché ritenuto responsabile di inquinamento e violazione delle norme ambientali.  Ritenendo, infatti, che vi potessero essere degli “abbandoni” abusivi all’interno del fiume Calore e lungo le sue sponde, i Carabinieri di Solopaca avevano predisposto un mirato servizio nei pressi di un’area già interessata, in passato, a sversamenti illeciti. Durante l’espletamento del servizio i militari hanno sorpreso, in flagranza di reato, un operaio intento a sversare su un’area demaniale materiale edile di risulta che era stato trasportato su un autocarro intestato ad una ditta locale. Tutta l’area demaniale interessata dallo sversamento, circa 120 mq, e l’autocarro venivano posti sotto sequestro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.