Sorrento-Audax Cervinara: che gara dobbiamo attenderci?

I tifosi stanno organizzando la trasferta a Sorrento per la gara di finale play off di domenica pomeriggio. Continuano le prenotazioni e i quattro pullman messi a disposizione da società e comune dovrebbero essere completati. Tutti si interrogano, esperti e non che gara sarà quella di domenica tra Sorrento e Audax Cervinara. Si ha motivo di ritenere che assisteremo ad una partita nettamente diversa da quella vista domenica con la Battipagliese, non solo per il modo di giocare del Sorrento ma anche per le individualità che la formazione di casa può mettere in campo. A guardare la formazione di domenica scorsa nella sofferta gara con il Faiano, mister Coppola potrebbe confermare la scelta di utilizzare l’ex Simone Cioffi nel ruolo di terzino, e Arpino e Terracciano in quello di centrale. Poi l’interrogativo in attacco, ci sarà dal primo minuto l’esperto Marcucci oppure come domenica verrà utilizzato a partita in corsa. La sensazione è che Enrico Marcucci giocherà dal primo minuto, anche perché l’altro bomber Vitale non sembra attraversare un buon momento, vista anche la reazione avuta sempre domenica durante la sostituzione. Per quanto riguarda il Cervinara invece, difficile che Ferraro rinunci al suo modulo abituale, il 4-3-3 con il quale la squadra si esprime meglio. Si tratta ora di vedere se si vuole puntare inizialmente sugli undici di Battipaglia, oppure preferire maggiore fisicità in campo. Il Cervinara per qualificarsi come migliore seconda deve assolutamente vincere per cui deve pensare di sfruttare la sua consistente qualità. Buone indicazioni sono arrivate anche per quanto riguarda la condizione fisica della squadra biancoazzurra che sembra in continua crescita. Il Sorrento ha nelle gambe i 120’ minuti della gara con il Faiano, e gli allenamenti di questi giorni dimostreranno chi sono i giocatori più lucidi su cui puntare. Un discorso importante quello fisico, ma quello che più conta è la testa, il fattore mentale in una gara secca è decisiva. E da questo punto di vista i tifosi cervinaresi possono stare tranquilli, la gara di Battipaglia è stata vinta soprattutto con la testa oltre che con le gambe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*