Sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione: pubblicato il bando per l’annualità 2015.

comune di AvellinoAnche quest’anno il Comune di Avellino, Settore Politiche Sociali, ha pubblicato il Bando di Concorso relativo al Fondo Nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione. Il procedimento è stato avviato a seguito del Decreto Dirigenziale trasmesso dalla Giunta Regionale della Campania con il quale è stata approvata la ripartizione delle risorse del Fondo per l’assegnazione dei contributi per il canone di locazione per il 2015. Per beneficiare del contributo i partecipanti devono presentare istanza entro le ore 12.00 del 18 gennaio 2016 a mezzo raccomandata o consegnarla a mano all’Ufficio Protocollo generale del Comune di Avellino in Piazza del Popolo. Le domande dovranno essere corredate della documentazione necessaria così come viene indicato sul sito del Comune di Avellino nella sezione Bandi e Gare. “È una opportunità per tutti i cittadini – spiega l’Assessore alle Politiche Sociali Marco Cillo – è vero che si tratta di un contributo ma è comunque un aiuto importante per tante famiglie avellinesi che vivono un evidente momento di difficoltà. Infatti nel bando sono contemplate delle priorità (nuclei familiari senza fonte di reddito, famiglie con soggetti diversamente abili, ultrasessantacinquenni, famiglie monoparentali, persone che vivono di solo reddito derivante da pensione, ed altre) proprio per garantire le fasce che hanno una reale necessità. L’auspicio è che partecipino in tanti. Il Bando che abbiano pubblicato fa riferimento all’annualità 2015 ma il Settore sta valutando anche le duecento domande relative al 2014, a fronte di un residuo di 96 mila euro che fa riferimento sempre alle legge 431. Si tratta di fondi destinati ai fitti di locazione e che vanno ripartiti”. Intanto per l’annualità 2015 la Regione Campania ha indicato in circa 100mila euro le risorse destinate al Comune di Avellino per l’assegnazione dei contributi. Una volta raccolte le domande il Settore Politiche Sociali provvederà a valutarle e in ogni caso la selezione dei beneficiari avverrà mediante la formulazione di una graduatoria in funzione di un coefficiente derivante dal rapporto tra canone e valore ISEE dell’anno in corso. Ad esaminare le istanze e la predisposizione della graduatoria sarà una commissione tecnica che provvederà all’istruttoria dell’intero procedimento amministrativo di erogazione del contributo entro 12 mesi dalla pubblicazione del Bando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*