Il sottosegretario Umberto Del Basso De Caro e la moglie interrogati in Procura.

Si è concluso poco dopo le 18.00 l’interrogatorio in Procura a Benevento dell’on.Umberto Del Basso De Caro, sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti. Il sottosegretario assistito dal suo difensore l’avvocato Marcello D’Auria, è stato interrogato su sua richiesta dal procuratore aggiunto Giovanni Conzo e dal sostituto Francesca Saccone, in un’indagine della Squadra mobile nella quale gli sono state contestate le ipotesi di reato di tentata concussione e voto di scambio. “Ho rispetto per il lavoro di tutti, ma nessuna dichiarazione”, ha detto il parlamentare, uscendo dalla Procura. “Sono sereno e tranquillo”, ha aggiunto Del Basso De Caro prima di infilarsi in auto. La presunta tentata concussione è stata ravvisata nel tentativo che avrebbe fatto sul dirigente generale del Rummo dell’epoca, Nicola Boccalone, perchè rimuovesse o trasferisse alcuni funzionari ritenuti ostili alla moglie del deputato, Ida Ferraro, dirigente amministrativo dell’azienda ospedaliera. In mattinata sempre accompagnata dall’avvocato Marcello D’Auria era stata interrogata anche la Ferraro che ha negato l’addebito di voto di scambio, prospettato in concorso con il marito e Rita Cardone, impiegata Asl aggregata fino al dicembre 2012 al Rummo, dove sarebbe stata trasferita a distanza di tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*