Strage del Bus, assolto amministratore delegato Autostrade, Giovanni Castellucci.

Assolto, tra le proteste dei familiari delle vittime l’amministratore delegato della società autostrade Giovanni Castellucci. 12 anni di reclusione a Giovanni Lametta, titolare dell’agenzia Mondo Travel e proprietario dell’autobus che il 28 luglio del 2013 precipitò dal viadotto Acqualonga, causando la morte di 40 persone,otto anni di reclusione anche alla funzionaria della motorizzazione civile di Napoli, Antonella Ceriola. Assolto l’altro funzionario della motorizzazione Civile di Napoli, Vittorio Saulino per il quale il piemme aveva chiesto una condanna a sei anni e mezzo. Dopo cinque anni e mezzo da quella strage arriva la sentenza della corte d’assise del tribunale di Avellino, giudice monocratico Luigi Buono. L’assoluzione di Castellucci è stata accolta con protesta e disappunto dai familiari delle vittime. Il capo della procura della repubblica di Avellino Rosario Cantelmo e Cecilia Annecchini avevano chiesto, invece, una condanna a dieci anni di reclusione. Queste le altre condanne. Gianni Marrone, dirigente Autostrade, 6 anni e mesi 6 di reclusione. Gianluca De Franceschi, dirigente Autostrade, 6 anni di reclusione. Paolo Berti, dirigente Autostrade, a 6 anni e mesi 6 di reclusione. Nicola Spadavecchia, dirigente Autostrade, 6 anni di reclusione. Bruno Gerardi, dirigente Autostrade, 5 anni di reclusione. Michele Renzi, direttore tronco, 5 anni di reclusione. Assolti inoltre Riccardo Mollo, dirigente autostrade, Giulio Massimo Fornaci, dirigente autostrade, Antonio Sorrentino, dirigente Autostrade, Michele Maietta, Marco Perna, dirigente Autostrade.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.