Studenti affittano una cava vacanza, ma è una truffa.

Continua l’attività dell’Arma per impedire la consumazione di truffe in genere. Dopo l’azione di contrasto eseguita con l’iniziativa del Comando Provinciale Carabinieri di Avellino “DIFENDITI DALLE TRUFFE”, la Compagnia Carabinieri di Baiano ha proceduto a deferire all’Autorità Giudiziaria numerosi soggetti responsabili di truffe di vario genere ed in particolare per quelle on-line. E proprio per quest’ultima tipologia di reato, i militari della Stazione di Baiano, prendendo spunto dalla denuncia contro ignoti presentata da tre giovani studenti di Quadrelle, iniziavano immediatamente un’attività investigativa all’esito della quale hanno deferito alla competente Autorità Giudiziaria una 55enne di Napoli. Nel corso delle accurate indagini eseguite dai Carabinieri, sono emersi inconfutabili elementi di reità nei confronti della donna che, senza esserne né il proprietario né delegato, aveva fraudolentemente pubblicato su un noto sito online un annuncio per l’affitto di una splendida casa nel comune di Marina di Camerota, per il periodo estivo. Grazie a foto panoramiche mozzafiato ed al prezzo conveniente, riusciva a persuadere i potenziali affittuari che, convinti che si trattasse di un buon affare, non esitavano a versare la caparra pattuita mediante ricarica su carta prepagata a lei intestata. Ma, incassato il denaro, faceva perdere le proprie tracce rendendosi irreperibile su tutte le utenze fornite. E solo a questo punto i tre giovani non avevano più alcun dubbio del raggiro in cui erano incappati e non indugiavano a denunciare l’accaduto ai Carabinieri. I militari, a seguito di mirate indagini, sono riusciti ad identificare e denunciare in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino la 55enne, ritenuta responsabile del reato di truffa on-line.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.