A suo carico pendeva ordine di carcerazione, arrestato davanti al S.e.r.t.

A suo carico pendeva un’ordinanza di esecuzione per la carcerazione perché, a seguito di due diverse sentenze, doveva scontare un anno e cinque mesi di reclusione. Il tossicodipendente, tuttavia, si era reso irreperibile, pur conservando la sua residenza a Castelvetere sul Calore. Vani erano stati i tentativi da parte dei Carabinieri della Compagnia di Montella che avevano cercato di rintracciarlo nel suo paese di origine. Tuttavia, la proficua attività info-operativa confortata anche da alcuni spunti informativi derivanti dall’approfondita conoscenza dell’ambiente e della realtà locale, permetteva di venire a conoscenza che il 40enne si recava ai Servizi per le Tossicodipendenze di Avellino per prelevare il metadone. Venivano pertanto disposti mirati servizi nei pressi della struttura dell’ASL. E proprio all’uscita del SerT il 40enne veniva rintracciato, bloccato e tratto in arresto dai Carabinieri di Montemarano, supportati dai colleghi della Stazione di Volturara Irpina. Dopo le formalità di rito, l’arrestato veniva associato presso il Carcere di Bellizzi Irpino. Dovrà ora scontare il suo debito con la giustizia frutto di due diverse sentenze, una per violazione degli obblighi della misura di prevenzione della sorveglianza speciale ed una per evasione, così come disposto della Procura della Repubblica di Avellino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*