Tangredi. Risposta al consigliere Cambareri circa l’aumento della tassa sui rifiuti.

In risposta al consigliere Cambareri circa l’aumento della tassa sui rifiuti, vanno chiariti alcuni aspetti di non secondaria importanza, che dovrebbero gia’ essere a conoscenza dei politici e non, in quanto gia’ oggetto di discussione in Consiglio Comunale in sede di approvazione del bilancio di previsione, che per legge andava approvato entro il 31 Marzo 2018. In generale il Sindaco precisa che l’Amministrazione Comunale ha sempre cercato di non incidere sulla tassazione locale, basti pensare ad alcune aliquote di bilancio , che vedono l’irpef comunale ferma al 3 % e l’imu sedonda casa al 8,5 %. Un discorso a parte merita la Tari , in quanto all’inizio dell’anno in scadenza di contratto, e’ stata indetta una nuova gara di appalto per lo spazzamento, con una validita’ di tre anni con possibilita’ di proroga per altri due. L’ufficio tecnico ha eleborato un nuovo capitolato di appalto che prevede una serie di servizi aggiuntivi rispetto al precedente bando. Intoppi di natura giuridica per effetto di ricorsi al TAR da parte dei concorrenti, hanno fatto slittare l’assegnazione della gara, infatti la stessa ha visto il suo epilogo finale poche settimane orsono, mentre dal punto di vista del bilancio anche su indicazione dei revisori dei conti, non si poteva fare altro che indicare il dato di costo certo, che e’ quello derivante dal capitolato d’oneri, trovandosi il Comune nell’impossibilita’ di avere a disposizione un valore economico sicuro, anche al fine della determinazione delle tariffe che costituisce un allegato obbligatorio al bilancio, che ricordiamo andava approvato entro Marzo 2018. Espletata finalmente la gara nel mese di Settembre 2018, si e’ concretizzato un ribasso del 10,13 % che corrisponde ad un recupero economico di euro 21.337,00 comprensivo di IVA, e che si tradurra’ in un recupero strutturale per i prossimi anni. Inoltre grazie alla collaborazione dei cittadini di Cervinara, e’ aumentata la percentuale di raccolta differenziata passando dal 50,71 % del 31 Ottobre 2017, al 59,83 % dato aggiornato al 31 Ottobre 2018 con un incremento di ben nove punti percentuali, anche per effetto del buon lavoro effettuato dall’Assessorato all’ambiente, in buona sostanza si e’ passati dalle 1572 tonnellate di indifferenziato alle 1312 attuali e a parita’ di periodo con un conferimento inferiore di 260 tonnellate, e poiche’ il costo per tonnelata e’ di euro 193,39 si registra una diminuzione di costo di euro 50.281,00. La diminuzione dei costi sara’ utilizzata dallAmministrazione Comunale sia per effettuare una bonifica dell’amianto sul territorio comunale in particolare in montagna, (mentre si ricorda che gia’ nel mese di Agosto 2018, il comune ha provveduto alla bonifica degli ultimi prefabbricati in amianto esistenti), sia per emettere un bonus sul ruolo del 2019. Quindi i dati non vanno considerati asetticamente, ma analizzati nella loro complessita’, e ci si rendera’ conto che l’Amministrazione Comunale unitamente ai cittadini di Cervinara sempre piu’ disciplinati nell’effettuare la raccolta differenziata avranno dei benefici nel breve periodo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.