Telese Terme: Abbamondi risponde a Carofano.

La vicenda dell’aumento del valore delle aree fabbricabili va rivista completamente e radicalmente perché iniqua ed ingiusta. Lo abbiamo detto con chiarezza, lo ribadiremo, carte alla mano, al Commissario Prefettizio al tavolo tecnico che ha inteso convocare, individuando anche le alternative possibili nella direzione della diminuzione delle spese.

I Cittadini di Telese Terme già danno oltre il dovuto rispetto a servizi poco soddisfacenti.

Quanto al comunicato stampa dell’ex-sindaco Carofano quest’ultimo desta non poco stupore per la totale assenza di contenuti con riferimento al merito della questione.

Come al solito, l’ex sindaco quando è a corto di argomenti si rifugia nell’alibi del passato o sul “cattivo Commissario” dimenticandosi che è stato lui ad amministrare la nostra Comunità negli ultimi sei anni.

Sei anni in cui i problemi sono stati affrontati con allarmante pressapochismo ed incompetenza, scaricando sempre sulle tasche dei Cittadini ogni criticità di gestione dell’Ente.

La vicenda dell’incremento del valore delle aree edificabili ai fini Imu rappresenta solo l’ultimo esempio di incapacità amministrativa di Carofano & C. Come non ricordare il condono dell’IMU e della TARSU che ha drenato soldi dalle tasche dei Cittadini? Eppure, dichiarava l’ex sindaco, quel sacrificio doveva servire ad una complessiva diminuzione della pressione fiscale, poi non avvenuta, avendo riapprovato le tariffe al massimo.

Come non ricordare l’aumento smisurato della spesa delle indennità degli amministratori comunali, in spregio al principio di invarianza stabilito per legge.

Come non ricordare la vicenda dell’isola ecologica con la fattura pagata due volte.

Come non ricordare le tante cause perse (troppe purtroppo) intraprese irresponsabilmente dalla sua amministrazione, con tutti gli innumerevoli e dispendiosi incarichi legali pagati con i soldi dei cittadini.

A fronte di tanta mancanza di buon senso ed oculatezza non possiamo meravigliarci se oggi l’equilibrio finanziario del nostro Comune è compromesso!

Quanto alle politiche sull’immigrazione l’ex sindaco non solo non ha fatto nulla in termini di politica urbanistica, costringendo il paese a subire in maniera più massiccia che altrove la presenza dei rifugiati ma si è anche dimenticato che la sua amministrazione non mosse un dito quando fu tra le prime della provincia ad ospitare (in una nota locanda del viale) un buon numero di rifugiati. O pensava di averla fatta franca come i suoi amici di cordata che, realizzati palazzi ed appartamenti, ora offendono l’intelligenza dei telesini e parlano di “aggressione del territorio”. Dov’erano quando vendevano i terreni di proprietà o realizzavano importanti complessi immobiliari ?

L’ex sindaco Carofano è disposto anche su questi temi ad aprire un confronto?

E, a proposito di strumentalizzazioni o perdite di occasioni di confronto, si coordini meglio con il suo stesso partito. O stiamo assistendo all’ennesima pantomina che caratterizza il Partito Democratico in questi ultimi tempi ? Il segretario del PD locale, sta studiando ed approfondendo quello che è chiaro a tutti e cioè che il procedimento ha avuto inizio con l’amministrazione Carofano e che è stato dettato da esigenze di bilancio. I fatti sono questi, tutto il resto è mistificazione politica. Moriello del resto è un falso profeta tant’è che non è stato capace di produrre buoni frutti. Ha fatto da balia all’ex sindaco Carofano per ben sei anni ed il fallimento politico dell’amministrazione Carofano è anche il suo!

Infine, Carofano mi accusa di essere sintesi. Anche qui la solita storia trita e ritrita. Rappresento un elettorato moderato di estrazione cattolica che a Telese ha sempre governato e che ho cercato di ricondurre alla stessa casa comune ed il risultato elettorale mi ha dato ragione. Carofano se ne faccia una ragione!!! Anzi poiché non trovo l’accezione negativa auguro anche a lui di rimare sintesi del suo schieramento politico. Di sicuro insieme al mio gruppo non ho nessuna rendita di posizione da tutelare nè interessi particolari da difendere. Tutti noi di Telese Riparte consideriamo l’impegno politico un servizio a favore della collettività ed il nostro agire è dettato unicamente dal perseguimento del bene dell’intera Comunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*