Tenta di stuprare una 16 enne, un 47 enne avellinese pestato a sangue.

Mi ha strappato i pantaloncini e la maglietta e mi ha toccato. E’ il drammatico racconto fatto da una 16enne che sarebbe stata aggredita dal vicino 47enne, originario di Avellino, nei pressi della propria abitazione di Angri. Le urla della giovane avrebbero attirato il padre che era fuori a un cortile, nelle vicinanze di via Amendola, ed è successo il parapiglia. L’uomo ha bloccato il presunto violentatore e per fargli lasciare la presa lo ha trascinato via. Il 47enne è riuscito ad evitale il linciaggio, ma ha ricevuto diversi colpi prima di rifugiarsi in un vano lavanderia dove i carabinieri lo hanno trovato con la testa sanguinante, un braccio rotto e diversi escoriazioni ed ecchimosi. La giovane, all’arrivo dei carabinieri, era appoggiata a un’automobile, in lacrime, con i vestiti strappati. G. S. B., le iniziali dell’avellinese, è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale e lesioni ai danni della ragazzina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*