Tesser questa sera saluta i tifosi dell’Avellino.

Quella di questa sera contro il Cesena, per Attilio Tesser sarà la partita dell’addio alla panchina biancoverde. Novanta minuti che non possono aggiungere o togliere nulla ad una stagione che francamente non finirà negli annali del calcio avellinese. “Mi piacerebbe vedere tanta gente allo stadio, ha detto Tesser anche se non abbiamo dato tante soddisfazioni in questa stagione ai nostri tifosi. Mi porto dentro cose positive – ha confessato – sono stato contento di poter lavorare qui, un’esperienza molto bella nel complesso. Mi è stata chiesta all’inizio una salvezza tranquilla, sono stato mandato via con 43 punti a 10 partite dal termine e cioè in linea con quanto stabilito. Sono andato via e poi tornato salvando la squadra in tre partite. Ho lasciato a ridosso dei playoff e al mio ritorno invece eravamo più vicini ai playout. Ho centrato di nuovo l’obiettivo. Questi sono numeri, poi ognuno si fa un’idea. Si può certamente discutere sul fatto che avrei potuto fare meglio, ma ci ha provato un altro ed è andata male. Ci sono rimasto male per la prestazione di Chiavari, e spero che contrio il Cesena quelli che scenderanno in campo possano regalare una soddisfazione ai nostri tifosi. Vorrei una prestazione dignitosa”. Tesser ha annunciato anche l’undici che scenderà in campo: Bianco, tra i pali, Pisano, Jidayi, Biraschi, Visconti, a formare la linea difensiva con D’Attilio, Arini, Sbaffo in mediana e con Insigne alle spalle di Mokulu e Joao Silva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*