Torino un ostacolo difficile per il roster di Sacripanti.

La Procura Federale ha aperto una inchiesta su nove club della massima serie di basket per la questione relativa ai contratti di immagine e di scouting. La Sidigas Avellino è finita sotto la lente di ingrandimento della Procura insieme al Pasta Reggia Caserta, Manital Torino, Openjobmetis Varese, Banco di Sardegna Sassari, Enel Brindisi, Giorgio Tesi Group Pistoia, Grissin Bon Reggio Emilia e Acqua Vitasnella Cantu’. La Procura ascolterà da metà di questo mese nove club e a rotazione saranno convocate le altre sette squadre. Le società dal canto loro si dicono tranquille di poter dimostrare di aver sempre agito correttamente. Per quanto riguarda il basket giocato, la Scandone prosegue la preparazione in vista della sfida di domenica contro la Manital Torino. Una trasferta che come ha avuto modo di sottolineare coach Sacripanti si annuncia molto difficile. Torino, a differenza di quanto dice la classifica, è una buona squadra e viene da due vittorie consecutive contro Brindisi e Pistoia. Il periodo nero sembra ormai alle spalle, e coach Vitucci ha dovuto fare i conti con l’infortunio occorso a Dj White e con le vicende extracampo che hanno riguardato Jerome Dyson e Ian Miller. In casa Manital, si è consapevoli che domenica affronteranno la squadra più in forma del girone di ritorno. Avellino è una dlele candidate alla vittoria finale e non puo’ piu’ nascondersi. La qualità in attacco della Scandone sarà uno degli aspetti su cui verrà posta l’attenzione della difesa della Manital. Ma anche la Scandone dovrà fare molta attenzione ai numeri da leader di Dj White protagonista della vittoria della formazione piemontese a Pistoia. La sfida di domenica dunque si annuncia un’altra bella pagina di basket tra due formazioni che non a caso presentano in panchina due dei migliori coach italiani, Pino Sacripanti e Frank Vitucci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*