Trasporto Pubblico: accorpate Irpinia e Sannio. In arrivo altri tagli?

Ora è ufficiale: Irpinia e Sannio vengono accorpati in un unico ambito per quanto riguarda il trasporto pubblico su gomma. Lo ha stabilito palazzo Santa Lucia con un’apposita delibera, pubblicata sul bollettino ufficiale della regione Campania. L’accorpamento in un unico bacino dà il via alle procedure per bandire una gara di appalto europea che dovrà essere espletata nel corso del 2017. La Regione per affidare il servizio ha assegnato, per entrambe le province, 42 milioni di euro. In questa cifra ci sono anche i costi per l’affidamento del servizio nei due comuni capoluogo. Come spesso avviene, chi sa per quale motivo, la giunta ha relegato all’ultimo posto le province di Avellino e Benevento rispetto al corrispettivo chilometrico. A questo ambito vengono assegnati 2,07 euro a chilometro, a Caserta 2,26, a Salerno 2,24 e alla città metropolitana 3,10 euro. Le istituzioni locali, province in testa, hanno fortemente protestato per questa disparità. Dalla regione hanno fatto sapere che nell’ambito dell’aggiudicazione delle gara, ci dovrebbero essere delle offerte economiche migliorative e questo dovrebbe evitare il taglio dei servizi. Una risposta poco convincente, tenuto conto che la maggior parte del trasporto pubblico, in questi due territori si svolge su gomma. E, tante corse sono state già tagliate, si rischia potenziare l’isolamento di tanti comuni soprattutto per le fasce sociali più deboli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*