Trekking della Solidarietà: il grande cuore dei caudini.

Una passeggiata per scoprire dei luoghi meravigliosi, un’escursione su i monti del Partenio per riaffermare un legame con la natura che, durante l’estate, appena trascorsa, è stato offesa e ferita in mille modi,dagli incendi. Ma,una giornata del genere ha ancora più senso se viene legata ad una forte iniziativa di solidarietà. La gente del Partenio ha innato questo senso di fratellanza ed allora, si è pensato bene di organizzare una giornata, dedicata al trekking della solidarietà. La manifestazione si svolgerà domenica 24 settembre e servirà per raccogliere dei fondi da inviare ad una scuola del Togo, tra i paesi più poveri del continente africano, che è intitolata a papa Giovanni Paolo secondo. Una scuola che viene curata da padre Jean, un sacerdote molto noto in Valle Caudina. Come dire, i soldi raccolti, verranno consegnati in mani sicure e non si perderanno, come sempre avviene, in mille rivoli. Tutti possono contribuire, versando almeno tre euro. Chi, invece, prenderà parte all’escursione dovrà versare cinque euro, 2 euro e 50 saranno per l’assicurazione e la restante parte per la scuola in Togo. Si parte alle 8 e 30 di domenica da piazza Carlo Del Balzo a San Martino Valle Caudina ed è previsto l’arrivo alle ore 11,00 a piano di Lauro, dove gli escursionisti troveranno l’arcivescovo di Benevento, monsignor Felice Accrocca. Il presule ha accolto con grande favore questa iniziativa ed celebrerà la santa messa per tutti i partecipanti. Al termine, benedirà la cappellina dedicata a San Pio da Pietrelcina, realizzata dall’associazione amici della montagna che si prende cura del rifugio che si trova in quella splendida località. Subito dopo, per chi vorrà partecipare. è prevista un’escursione a Cesco Bianco e poi il rientro a casa. Un modo per trascorrere una domenica diversa, in completa armonia con la natura e fare del bene, tanto bene. L’iniziativa è organizzata dal comune di San Martino Valle Caudina, in collaborazione con la comunità montana del Partenio e con i comuni di Pietrastornina, Roccabascerana, Pannarano, Cervinara, Rotondi e Paolisi e con diverse associazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*