Un arresto, 12 persone denunciate, sequestrati 6 veicoli.

Proseguono i controlli straordinari dei Carabinieri del Comando Provinciale per il contrasto alla criminalità diffusa denominata operazione “Alto Impatto”. Questi i risultati conseguiti in questo fine-settimana: I Militari della Compagnia Carabinieri di Benevento hanno deferito in stato di liberta alla Procura della Repubblica: un venditore ambulante 35enne di nazionalità senegalese, domiciliato a Napoli, trovato in Viale Principe di Napoli di questo capoluogo mentre poneva in vendita un centinaio di DVD di contenuto musicale e video illecitamente contraffatti; C.A. un 30enne di San Giorgio del Sannio (BN), poiché sorpreso alla guida di una Opel Meriva in evidente stato di ebbrezza alcolica che si rifiutava di sottoporsi al previsto esame alcolemico. Veicolo sequestrato e patente ritirata; inoltre i militari hanno segnalato all’Autorità amministrativa 3 persone perché trovati alla guida delle proprie autovetture sprovviste della prevista copertura assicurativa e, pertanto, gli stessi veicoli sono stati tutti sequestrati. Ad Apice (BN) i Carabinieri della locale Stazione hanno contestato ad un napoletano 25enne la violazione amministrativa per vendita al commercio di capi di abbigliamento senza la necessaria autorizzazione ed inoltre è stato segnalato per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio. La Compagnia Carabinieri di Cerreto Sannita ha provveduto a denunciare R.M.M., un motociclista 30enne di Castelvenere (BN) perchè trovato positivo all’esame tossicologico da sostanze stupefacenti e pertanto, il suo ciclomotore Aprilia Scarabeo 50 veniva sequestrato e D.L. un autista 50enne di una Fiat Multipla per essere stato trovato alla guida con un tasso alcolemico superiore a quello consentito. Per entrambi veicoli sequestrati e patenti ritirate; i militari della Compagnia di Montesarchio, dopo averlo rintracciato, hanno arrestato e tradotto presso la locale Casa Circondariale De Masi Ermanno, 45enne di Sant’Agata de’ Goti (BN), colpito da ordine per la carcerazione emesso dall’ufficio Esecuzioni del Tribunale di Benevento per l’espiazione di una pena 6 anni e mesi 1 di reclusione per essere stato condannato più volte per i reati di truffa e ricettazione.
Gli stessi Carabinieri della Valle Caudina hanno poi deferito in stato di liberta all’Autorità Giudiziaria: P.G., una pregiudicata 55enne dell’hinterland napoletano che veniva intercettata ad Airola dai Carabinieri della locale Stazione in possesso di 5 copri altari in tessuto asportati poco prima dalla chiesa della SS. Annunziata di quel centro, la stessa refurtiva veniva restituita al parroco; analogamente O.F. un 50enne di Bucciano veniva trovato in possesso di un gazebo in plastica asportato da una pasticceria di Bucciano, il manufatto veniva restituito al legittimo proprietario; M.G. 40enne di Bonea, già noto ai militari per aver minacciato e percosso la madre e la sorella; 5 persone, tra cui due fratelli, 4 di Arpaia (BN) ed una di Rotondi (AV) ritenuti responsabili di reciproche lesioni lievi scaturite nel corso di una discussione avvenuta ad Arpaia per futili motivi; Nella stessa Valle Caudina venivano segnalati per l’irrogazione del Foglio di Via Obbligatorio due pregiudicati della provincia di Siracusa che si aggiravano con fare sospetto e senza giustificato motivo nei pressi di alcuni esercizi commerciali lungo la via Appia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*