Valle Caudina. Il giovane pastry chef Nino Crispo tra i guru della pasticceria italiana.

Talento e passione sono bastati al giovane pastry chef Nino Crispo per farsi largo tra i guru della pasticceria italiana, e finire tra i 25 finalisti alla ormai più famosa manifestazione dedicata al panettone in Italia, il “Panettone Day”. Concorso nato per premiare i migliori panettoni artigianali e promuovere l’eccellenza della pasticceria italiana. Una giuria di esperti coordinata dal Maestro Iginio Massari (Presidente) con Alessandro Servida, Salvatore De Riso, Chiara Maci e Giuseppe Zippo si occuperà di valutare i dolci in gara scegliendo i 20 migliori Panettoni Tradizionali ed i 5 migliori Panettoni Creativi Dolci. La finale di Panettone Day organizzata all’interno della manifestazione Sweety of Milano, importante evento gourmet aperto al pubblico, che vedrà come protagonisti alcuni tra i nomi più noti della pasticceria italiana. Per tutto il mese di ottobre, i 25 finalisti avranno l’opportunità di esporre i propri panettoni nel Temporary Shop, un vero e proprio moderno concept store firmato Panettone Day che sarà aperto in corso Garibaldi in una location esclusiva nel cuore di Milano, dove gli stessi saranno disponibili per la vendita e dove si prevede che migliaia di visitatori assaggino l’eccellenza della pasticceria italiana racchiusa nel più tipico dolce milanese.
Nino segue le orme del padre, Francesco, uomo di umili origini contadine, che a soli 14 anni inizia ad inseguire il suo sogno, diventare un pasticciere. Così Francesco inizia ad imparare l’arte della pasticceria dallo zio, e anno dopo anno assume esperienza e consapevolezza che il suo sogno è vicino.
Dopo aver avviato insieme con i fratelli diverse attività, decide di realizzare il suo sogno, così nel 2000 nasce “Princess” una struttura che offre diversi servizi, e che è ormai un punto di riferimento nel beneventano. La pasticceria di Princess è attenta ad ogni piccolo dettaglio, preservando la tradizione ma non trascurando l’innovazione, ora con Nino il sogno si amplia varcando i confini regionali. In bocca al lupo Nino!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*