Valle Caudina: i comuni verso il no alla ricapitalizzazione dell’Acs.

Anche i comuni caudini sembrano orientati a non partecipare alla ricapitalizzazione dell’Alto Calore Servizi. Un’operazione che dovrebbe costare 300 mila euro a Cervinara, 250 mila a San Martino e circa 150 mila euro a Rotondi. Stessa cifra anche per Roccabascerana che ha già deciso di intavolare trattative per il passaggio alla Gesesa. I responsabili finanziari di questi enti sono stati perentori, se i comuni dovessero partecipare alla ricapitalizzazione, a loro volta andrebbero in dissesto. La decisione finale verrà presa nei vari consigli comunali che si terranno nei prossimi giorni, ma sembra chiaro che l’orientamento sia verso. Del resto, lo stesso sta avvenendo nella maggior parte dei comuni che sono i soci dell’Acs.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.