Valle Caudina. La verità di F.V. il 31 enne gambizzato nella notte tra sabato e domenica. Mi hanno sparato da davanti alla discoteca.

Dopo la prima ricostruzione fatta dalle forze dell’ordine con le prime testimonianze raccolte, F.V. 31 enne di San Martino Valle Caudina ci ha fornito la sua versione dei fatti su quanto accaduto sabato notte a Campizze di Rotondi. “Sabato sono arrivato davanti alla discoteca poco dopo la mezzanotte e ho chiesto alle persone che erano all’ingresso e che io conosco di poter entrare. Questi mi hanno detto che era in corso una festa privata e che sarei dovuto passare dopo l’una. Verso l’una in compagnia di altri due ragazzi, sono tornato e ho parcheggiato l’auto nel parcheggio della discoteca e mentre uno dei due miei amici è rimasto vicino alla macchina, l’altro è venuto con me. All’ingresso della discoteca non mi hanno fatto entrare e il mio amico si è avviato verso la macchina ed io ho avuto un alterco verbale con i buttafuori. Mentre mi stavo allontanando anche io per andare via, qualcuno dall’ingresso del locale mi ha esploso contro colpi di pistola e sono rimasto ferito alle gambe. Ferito e strisciando sull’asfalto ho cercato di allontanarmi ma davanti al cancello d’ingresso sono stato raggiunto da alcune persone che mi hanno sparato di nuovo alle gambe e mi hanno picchiato nonostante fossi ferito”. Questa la versione dei fatti fornitaci da F.V. 31 enne che è ricoverato in ospedale.Le indagini che sono coordinate dalla Procura della Repubblica di Avellino devono portare ad accertare come siano andate effettivamente le cose, viste le versioni discordanti. Resta il fatto che la movida caudina, ora dovrà essere attenzionata dalle forze dell’ordine, in quanto è inammissibile che si possono verificare fatti del genere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*