Valle Caudina: realizzazione del tunnel del Partenio e del terzo lotto della scorrimento veloce sempre più vicine.

Lunedì 18 febbraio verrà messo tutto nero su bianco. Verrà stilato e firmato un verbale ufficiale, E’ stata più che positiva la trasferta del presidente della provincia di Avellino Domenico Biancardi a Napoli, dove ha incontrato il presidente della commissione trasporti del consiglio regionale della Campani,Luca Cascone. Tra gli altri temi trattati , ne sono stati focalizzati due che riguardano molto da vicino la Valle Caudina. Il primo, ossia, tunnel del Partenio, è stato anche una sorta di tema principale nella campagna elettorale di Biancardi per l’elezione e palazzo Caracciolo. Il presidente ha rispolverato una vecchia idea, proponendo una galleria da scavare nel monte Partenio per mettere in contatto, veloce, la Valle Caudina con il bianese ed il vallo di Lauro. Il tunnel dovrebbe essere lungo poco più di quattro chilometri e disegnare una nuova strategia del trasporto su gomma. Lunedì 18 febbraio, sempre a Napoli, provincia di Avellino e regione Campania, sigleranno un protocollo di intesa per finanziare lo studio di fattibilità per il tunnel. E, si tratta, del primo, decisivo passo verso la sua realizzazione. Biancardi, però, con Cascone ha anche parlato della realizzazione del terzo lotto della strada a scorrimento veloce che da Roccabascerana arriva sino ad Altavilla Irpina. Anche questa è un’opera strategica , rimasta ferma troppo tempo. Basti pensare che il secondo lotto è stato consegnato nell’oramai lontano 2005. Finalmente, però, dopo una sorta di balletto di competenze, tra Asi di Avellino, Anas a Regione Campania, è stato deciso che l’ente attuatore dei lavori sarà la provincia di Avellino. Anche questo passaggio sarà verbalizzato lunedì prossimo, Dopo di che, la provincia potrà bandire la gara di appalto, visto che il finanziamento di oltre 70 milioni di euro, è già disponibile. Biancardi si è dichiarato molto soddisfatto per il risultato raggiunto. Dopo la tappa a Napoli, il presidente della provincia di Avellino è intenzionato di venire in Valle Caudina per illustrare agli amministratori locali ed ai cittadini, la portata di questi due progetti. Si tratta, infatti, di interventi che dovrebbero schiodare la Valle Caudina dall’atavico isolamento in cui è stata relegata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.