Vastogirardi vs Audax Cervinara. Al 4-4-1-1 di Grossi, mister Ferraro risponde con il 4-3-3

La settimana è volata via in un attimo, ora tutta Cervinara conta i minuti che mancano al fischio di inizio dell’attesa partita contro il Vastogirardi, formazione molisana che ha vinto domenica scorsa la finalissima play off con l’Isernia. Terza trasferta consecutiva per i biancoazzurri in questa fase di finali, giocheranno questo pomeriggio ad Agnone, non potendo il campo di Vastogirardi ospitare un incontro con la presenza di molto pubblico. Campo senza barriere, tribuna unica, con tifoserie tutte insieme, per quella che si annuncia come una bella giornata di sport. La squadra caudina non sarà sola, alla volta del Molise la seguiranno, quattro bus di tifosi, oltre a decine e decine di auto, con famiglie intere che vogliono vivere questo particolare momento che la squadra sta regalando. Insomma un vero e proprio esodo, le previsioni stimano in oltre 500 i supporter biancoazzurri che saranno presenti allo stadio di Agnone. E non vorremmo stare nei panni dei due allenatori alle prese con le ultime scelte e con la verifica di certezze e dubbi. L’allenatore del Vastogirardi Alessandro Grossi deve definitivamente rinunciare al suo difensore di maggiore caratura ed esperienza, infatti Paolo Scampamorte, con un passato importante in serie D, tra Campobasso e Olimpia Agnonese, non ha recuperato dal problema muscolare, al suo posto ci sarà De Paola. Grossi non rinuncia al 4-4-1-1 con Calcagni punta centrale e Contestabile a ridosso. La risposta di Pasquale Ferraro sembra scontata, stesso schieramento di Sorrento, unica variante potrebbe essere Clemente Mariano per avere una difesa esperta, sarà infatti importante in vista del ritorno non subire reti. Modulo solito, il 4-3-3 che esalta le qualità dei giocatori cervinaresi e soprattutto quelle del trio di attacco Russolillo, Befi e Zerillo. Deve lavorare bene anche la difesa, non sarà un pomeriggio facile per la coppia centrale formata da Pepe e Calabrese, Calcagni e Contestabile sono due ossi duri, lo dicono i numeri, hanno realizzato rispettivamente 28 e 25 reti in campionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*