Vastogirardi vs Audax Cervinara: una sfida per la storia.

Man mano che passano le ore cresce l’entusiasmo intorno all’Audax Cervinara, impegnata domenica pomeriggio nella semifinale play off nazionale contro il Vastogirardi sul campo neutro di Agnone. In campo c’è l’accesso alla finale per la serie D. Tutta la macchina organizzativa è in movimento, in preparazione i bus che accompagneranno i biancoazzurri in questa trasferta molisana, poi seguirà la gara di ritorno la domenica successiva al “Canada”. Attenzione anche sui prossimi avversari il Vastogirardi (nella foto il diesse Antonio Crudele) che ha chiuso il suo campionato al secondo posto. I molisani nonostante siano un piccolo paese di montagna, si trova ad oltre 1.200 metri di altezza e conti poco più di 700 abitanti, non è affatto una squadra da prendere sottogamba. E’ una formazione molto solida, i numeri del resto lo confermano, 21 vittorie, 5 pareggi e 4 sconfitte. Di notevole livello il reparto offensivo, se si pensa che ha realizzato in campionato ben 88 reti, subendone solo 30, e potendo vantare il capocannoniere del torneo Franco Calcagni con 28 reti realizzate, seguito da vicino dal compagno di squadra Vittorio Contestabile con un bottino di 25 reti. Attaccanti di peso, ben strutturati fisicamente con i quali Pepe e Calabrese dovranno duellare. L’inizio del campionato non è stato certamente tranquillo per i molisani, dopo alcuni risultati non positivi c’è stato l’avvicendamento in panchina con la sostituzione dall’inizio del novembre scorso del tecnico Alberto Bernardi, che da tre anni allenava la squadra, con Alessandro Grossi tecnico molto bravo, con un palmares importante, tre anni con il Cassino e poi con l’Isola Liri nel vecchio campionato di C2. E proprio con l’Isola Liri è stato in panchina due anni fa nella gara giocata sul campo di Ponte contro il Torrecuso in serie D, in quella occasione il gol del pareggio dei sanniti fu siglato da Diego Zerillo, attuale bomber del Cervinara. Dal canto suo il Cervinara sta continuando la preparazione alla partita, Ferraro sta valutando la possibilità che il regolamento consente di avere in campo due under anziché tre. Ritenuti inamovibili il portiere De Luca e il centrocampista Calandrelli, il tecnico cervinarese potrebbe optare pe runa difesa esperta, puntando su Clemente Mariano dal primo minuto. Anticipazioni che troveranno conferma con l’approssimarsi della partita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*