Venerdi l’Avellino chiude la stagione, da evitare una nuova figuraccia.

Quella in programma venerdi sera contro il Cesena è piu’ cha altro una formalità per l’Avellino. La squadra irpina infatti raggiunta la matematica salvezza con il pareggio ottenuto con il Como, è già con la mente in vacanza e bisogna solo augurarsi che contro i romagnoli non vada incontro da un’altra figuraccia. Sicuri assenti contro il Cesena oltre a Migliorini e Rea, i vari D’Angelo, Gavazzi, Bastien, Offredi e Frattali, tutti fermi ai box tra terapie e massaggi. In compenso, il tecnico di Montebelluna riavrà a disposizione Arini e Pisano, entrambi al rientro dalla squalifica. Con Chiosa squalificato, la coppia centrale sarà composta ancora una volta da Jidayi e Biraschi con Pisano e Visconti sugli esterni davanti a Bianco, al debutto assoluto in stagione. A centrocampo uomini contati per Tesser che non ha alternative al trio composto da D’Attilio, Arini e Sbaffo con Insigne a completare il rombo. In avanti tornano in quattro a lottare per due maglie: durante la partitella a metà campo provate le coppie Mokulu-Joao Silva e Castaldo-Tavano, quest’ultimo recuperato e determinato a chiudere in bellezza un’annata stregata. Comunque l’attenzione della tifoseria piu’ che alla sfida con il cesena, è rivolta a quelle che sono le notizie circa la prossima stagione. L’arrivo in panchina di Mimmo Toscano non è che abbia entusiasmato piu’ di tanto un ambiente che ormai non sembra più credere alle favole. Toscano infatti nelle uniche due esperienze che ha avuto in serie B, a Terni sono coincise con l’esonero del dicembre 2013 e con le dimissioni dello scorso settembre dopo appena quattro giornate di campionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*