Vertenza Cgs: passa la linea del sindacato

Dopo mesi di trattative e di forti preoccupazioni sul futuro dei 71 dipendenti del Cgs , arriva l’accordo tra le parti che pone le basi per il rilancio della depurazione e dei servizi alle imprese industriali . Alla fine è prevalso il buon senso dichiara un soddisfatto Zaolino, tra i protagonisti di questa vertenza che è rimasta in bilico fino all’ultimo. Ci sono le condizioni per un rilancio definitivo in questo settore , continua Zaolino. Abbiamo scongiurato uno scontro che avrebbe potuto bloccare il sistema industriale Irpino attraverso il blocco della depurazione . Ai 71 lavoratori del Cgs saranno chiesti dei sacrifici , compensati con il mantenimento del posto di lavoro e da una diversa prospettiva.
I prossimi 10 mesi saranno determinanti conclude Zaolino , perche’ ci diranno se l’intesa con l’Asi ed il Cgs avrà funzionato o meno .
Il Sindacato unitario esce rafforzato da questa vicenda perche’ ha evitato lo sdoppiamento del Cgs ,in netto contrasto con la vecchia politica che aveva obiettivi completamente diversi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.