Vicenda sms: il Pd informerà la Procura della Repubblica.

La segreteria provinciale del partito democratico di Benevento guidata da Carmine Valentino e il candidato sindaco Raffaele Del Vecchio informeranno la Procura della Repubblica per avere chiarezza sul messaggio che, secondo Clemente Mastella, il Monte dei Paschi di Siena inviterebbe i correntisti a partecipare all’incontro a sostegno del candidato Del Vecchio con il Ministro Boschi programmato per sabato 30 aprile prossimo al Teatro Massimo. “Si tratta di un palese fotomontaggio creato ad arte per screditare il partito democratico e per questo motivo nelle prossime ore denunceremo nelle competenti sedi la vicenda e gli attori protagonisti di questa messa in scena per tutelare l’immagine del Pd e non solo”. Non usa mezzi termini il segretario provinciale del Pd, Carmine Valentino, in apertura della conferenza stampa convocata d’urgenza questa mattina presso la sede del partito per fare chiarezza o meglio “smentire lo sciacallaggio mediatico delle ultime ore” sugli sms che alcuni correntisti sanniti avrebbero ricevuto da una banca e che invitavano a non perdere l’appuntamento di sabato mattina al teatro Massimo con il ministro Maria Elena Boschi per la campagna di Raffaele Del Vecchio verso palazzo Mosti. Nella sede di partito hanno partecipato, oltre che Valentino, anche il candidato sindaco Raffaele Del Vecchio, – presenti anche il consigliere regionale Mino Mortaruolo e il responsabile organizzativo del Partito Democratico, Antonio Iesce -. Dopo l’annuncio di querela, Valentino ha lasciato la parola a Del Vecchio. Non prima, però, che in sala fossero mostrate una serie di slide del fantomatico messaggio. Fotogrammi analizzati con alcuni programmi di grafica che hanno evidenziato linee orizzontali che tracciavano quello che realmente appare un fotomontaggio con diversi caratteri e sfumature di sfondi all’interno dello stesso messaggio di testo che peraltro contiene tre frasi con orari non progressivi, bensì mescolati. Il candidato sindaco ha per questo ripercorso la vicenda e spiegato il perchè si tratta di una montatura creata ad arte per screditare il partito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*