Yogurteria aperta grazie al microcredito Cinque Stelle.

«Oggi abbiamo qui un giovane imprenditore irpino che avrebbe potuto decidere di andare via, come tanti suoi coetanei, e invece, grazie al microcredito Cinque Stelle, rientra nelle 4500 erogazione e tra gli 11.000 posti di lavoro creati. I soldi della politica servono finalmente a qualcosa e qualcuno per fare sviluppo in questa terra. Sarebbe bello chiedere agli altri quanto contribuiscono». Con queste parole, il parlamentare pentastellato, Carlo Sibilia, ha presentato questa mattina la prima attività sorta in provincia di Avellino grazie ai risparmi accumulati dai deputati del Movimento. E’ una yogurteria, che ha beneficiato di un finanziamento da 20.000 euro ed ha potuto aprire in questo modo i battenti a Corso Vittorio Emanuele. «Questo strumento – afferma il parlamentare – aiuta anche tutti questi soggetti che non sono definiti “bancabili”. Funziona così: noi eroghiamo al fondo per il micro-credito una patte del nostro stipendio. Chi vuole percepire tra i 20 e 35 mila euro, può rivolgersi direttamente presso le banche che operano la selezione»¬ Il deputato, per la sua parte, ha contribuito con 140.000 euro. E si difende con forza dalle accuse che la parlamentare del Pd, Valentina Paris, gli ha rivolto ultimamente. «Avrei potuto comprare una casa in città. – evidenzia – e c’è chi mi accusa di aver aumentato le mie proprietà immobiliari. Alla politica dei “desaParisido” che non c’è mai stata – ironizza – noi contrapponiamo quella dei fatti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.